Migliore Crema Antirughe 50 Anni

Nell’articolo di oggi ti spiegheremo quali caratteristiche dovrebbe possedere la migliore crema antirughe per i 50 anni. Si tratta di un tema molto importante, perché in questa età gli inestetismi della pelle dovuti all’invecchiamento cellulare possono iniziare a diventare molto evidenti sul viso. Per l’eenco delle creme da noi consigliate e testate ti consigliamo di dare uno sguardo alla nostra classifica delle migliori creme antirughe qui.

Si parla delle rughe ovviamente, ma anche delle macchie cutanee, che a loro volta sanno come causare più di un fastidio di natura estetica. Non a caso, è durante questa età che si comincia a parlare di “pelle matura”, quindi le creme dovrebbero possedere delle caratteristiche molto specifiche.

Non ci resta altro da fare, dunque, che partire con il discorso sulle proprietà che dovrebbe avere una crema antirughe efficace per i 50 anni.

Le creme sono necessarie a 50 anni?

La risposta è assolutamente positiva perché, come anticipato poco sopra, questa età è nota per via del problema della pelle che comincia a farsi matura.

A causa del cedimento del tessuto epiteliale, dovuto all’età oramai avanzata della cute, le rughe diventano un problema all’ordine del giorno. Posto che non è mai possibile annullarle del tutto, le migliori creme antirughe per i 50 anni possono rallentare questo processo e ristabilire una parte del tono e dell’elasticità della pelle.

È un’ottima notizia per tutte quelle donne che vorrebbero tornare a vantare una cute splendente e in forma, a dispetto del fatto che è impossibile prendere la macchina del tempo e tornare indietro.

Cosa succede alla pelle a 50 anni

Prima di vedere le caratteristiche che dovrebbero appartenere alla migliore crema per le donne con la pelle matura, è il caso di comprendere cosa succede alla cute quando arrivano i fatidici 50 anni. Al raggiungimento di questa età – anche se ogni caso fa storia a sé – la pelle affronta un periodo molto delicato, e nella fattispecie un cambiamento che nessuna donna può evitare.

Si tratta dell’arrivo della fase di pre-menopausa: un momento che causa un forte squilibrio a livello di ormoni, il quale produce anche delle conseguenze alla cute. Fra i vari sintomi di una pelle assoggettata alla pre-menopausa, troviamo la perdita di liquidi e dunque la secchezza, insieme al derma che si fa più sottile.

Anche la perdita del tono e del volume della pelle fa parte di questo set di conseguenze: un problema che causa il cedimento della cute, la quale non è più in grado di tornare (un po’ come una molla) alla sua posizione originaria. Manco a dirlo, è questa la principale causa delle cosiddette rughe senili.

Qui è comunque giusto specificare che il fattore genetico conta moltissimo, e che non tutte le donne – arrivate a 50 anni – assistono al fenomeno massiccio delle rughe. Altre, invece, potrebbero notare la comparsa delle prime rughe anche prima dei cinquant’anni. Poi serve sottolineare che non tutte le donne è detto che possano soffrire di cute secca: gli squilibri ormonali, non a caso, possono produrre anche un effetto contrario, ovvero la comparsa di una cute molto grassa, oleosa e lucida.

La migliore crema antirughe per i 50 anni

In questo paragrafo non vogliamo proporti dei prodotti, ma delineare un vero e proprio identikit rappresentante la crema antirughe più efficace per i 50 anni.

Come anticipato poco più sopra, difatti, una fetta importante della partita contro questi inestetismi la si gioca sulle caratteristiche delle creme. A questa età molte donne già sanno che una crema idonea dovrebbe essere particolarmente ricca e nutriente.

Eppure è sempre il caso di non esagerare, perché un prodotto eccessivamente carico potrebbe tappare i pori della pelle e impedirle di respirare. Di conseguenza, la cute che non respira non è in grado di avviare l’indispensabile processo di rigenerazione cellulare.

Quindi si comincia col sostenere che un prodotto contro le rughe, adatto a questa età, non dovrebbe essere grasso. Un falso mito vede le donne credere che le creme di questo tipo siano più nutrienti, ma non è affatto così: al contrario, essendo molto dense, faticano nel rilasciare i nutrimenti e nel permettere alla cute di assorbirli.

In sintesi, si consiglia di non optare mai per un prodotto “filmogeno”: ovvero per una crema che tende a creare una patina sull’epidermide. In certi casi, infatti, questi prodotti possono addirittura aumentare la secchezza cutanea.

I migliori principi attivi per la pelle matura

Un altro aspetto a dir poco importante è la composizione delle creme, dunque la formula caratteristica che appartiene ad ogni specifico prodotto cosmetico (INCI). In tal senso, esistono certe sostanze che si rivelano migliori di altre, se contenute in una crema utile per combattere le rughe a 50 anni. Fra questi elementi si trovano ad esempio il resveratrolo e l’astaxantina.

Il primo è un ottimo potenziatore del sistema immunitario, mentre la seconda è una sostanza che possiede grandi proprietà anti-ossidanti, anche se non quanto la vitamina C. Altri fattori che dovrebbero essere sempre presenti in queste creme sono il retinolo, utile per il riempimento delle rughe, e le cellule staminali vegetali.

Occorre comunque fare un piccolo approfondimento sul retinolo, una sostanza salvifica per le donne che soffrono di rughe marcate. Il motivo viene dato dal fatto che questo elemento sa anche come migliorare le texture della cute, e come combattere persino le macchie.

Fra le altre cose, svolge una duplice funzione di stimolazione e di mantenimento del collagene, necessario per tenere in forma la pelle. Si chiude con altre due molecole, l’acido glicolico e la ginesteina: il primo ha una leggera funzione esfoliante e consente di cancellare le cellule vecchie della cute, permettendo alle altre sostanze di penetrare con maggiore facilità.

La ginesteina, invece, favorisce la stimolazione della produzione di elastina e collagene, andando ad agire sugli estrogeni. Si chiude con l’acido ialuronico, sempre importantissimo per i trattamenti contro le rughe.

Adatto per pelli mature: cosa significa?

Spesso una donna di 50 anni viene naturalmente attratta dai prodotti che sostengono di essere “adatti per pelli mature”. È chiaro, però, che non è detto che si tratti di verità, perché tutto dipende sempre dall’INCI e quindi dalla formula di queste creme. Di solito, si parla di prodotti pensati per la cute matura quando gli ingredienti contenuti nella formula rispondono alle seguenti esigenze:

  • Elasticizzano la pelle: a questo scopo servono elementi quali i ceramidi e i fosfolipidi derivati dalle fibre di soia.
  • Danno più tono ai tessuti: idem come sopra, visto che si tratta di una proprietà che appartiene anche alle due sostanze già citate.
  • Stimolano la rigenerazione cellulare: fattori come la fospidina e le cellule staminali vegetali.
  • Idratano la cute: un compito che appartiene soprattutto all’acido ialuronico.
  • Combattono la secchezza della pelle: ancora una volta l’acido ialuronico.
  • Nutrono la cute: estratti vegetali come ad esempio l’olio di oliva.

Puoi leggere la nostra guida sulle migliori creme antirughe [anchor text link articolo n.1], per capire quali prodotti si rivelano più efficaci per la pelle di una donna di 50 anni. Qui troverai tantissime informazioni utili per riconoscere il tuo caso, anche in base al tipo di pelle che hai.

Le domande più gettonate sulle creme antirughe

Esistono parecchie domande che spesso animano la mente di una donna di cinquant’anni, e che spesso rimangono senza una risposta. Qua interveniamo noi, per darti una serie di informazioni che potrebbero aiutarti parecchio, e consentirti di sapere più cose sulle creme contro le rughe.

  • Le creme anti-rughe sono equiparabili ai filler? Nossignore: si tratta di prodotti molto diversi, che non prevedono mai un vero e proprio riempimento delle rughe. Di contro, alcune delle creme antirughe più efficaci possono garantire un risultato vicino a quello dato dai filler.

 

  • Le creme eliminano del tutto le rughe? Anche qui, la risposta è negativa. Non esiste al mondo un prodotto capace di annullare completamente le rughe, in quanto queste fanno parte del naturale decadimento del derma. Va comunque detto che questi prodotti possono attenuarle, nutrendo l’epidermide e stimolando le cellule epiteliali verso la rigenerazione dei tessuti.

 

  • Devo usare le creme sin dalla giovane età? Dipende dal tipo di crema, perché alcune sono pensate per favorire la prevenzione del decadimento della pelle, e dunque per rallentare la comparsa delle rughe. Considera che è meglio usare sempre una crema di questo tipo, e non quelle pensate per le età più avanzate, perché nel tuo caso non serviranno a nulla. Si consiglia di cominciare con i prodotti preventivi intorno ai 25-30 anni, e di usare sin dall’adolescenza le creme idratanti. Superate le trenta candeline, è possibile iniziare con i prodotti anti-age che si concentrano sull’aspetto della rigenerazione delle cellule.

 

  • La crema anti-rughe sostituisce quella idratante? Qui bisogna fare attenzione, perché non è una domanda semplice. Ogni prodotto progettato per ritardare le rughe possiede una certa percentuale di potenzialità idratanti, però non può sostituire del tutto le creme apposite. Specialmente quando il vento secco e il freddo intervengono disidratando pesantemente la cute.

 

  • Le migliori creme proteggono anche dal sole? Sì, a patto che siano da giorno e che posseggano un filtro SPF. A tal proposito, sul mercato è possibile trovare prodotti che partono da un SPF 15, fino ad arrivare ad un SPF 50.

 

  • Cosa vuol dire “AHA”? Se noti questa sigla riportata sulla confezione del prodotto, significa che questo contiene i cosiddetti “alfaidrossiacidi”. Si tratta di elementi presenti negli estratti vegetali, che hanno il compito di stimolare la rigenerazione e il ricambio delle cellule della pelle. Sono ottimi per nascondere le piccole rughe, ma sono anche abbastanza forti: di conseguenza, i prodotti di questo tipo non vanno mai usati su zone sensibili come il contorno-labbra o il contorno-occhi. Inoltre possono irritare le donne che soffrono di cute delicata.

 

  • A cosa servono i sieri? Una delle domande in assoluto più gettonate, visto che spesso ne sentiamo parlare e altrettanto spesso non sappiamo di cosa si tratta. Nella fattispecie, i sieri sono prodotti liquidi e molto più concentrati rispetto alle creme. Servono per idratare e rivitalizzare la cute, inoltre posseggono una buona proprietà rigenerante dei tessuti. In certi casi possono essere usati in combinazione con la crema per il giorno.

 

  • I prodotti in capsule sono utili? Lo sono, ma non reggono il confronto con una crema antirughe efficace, perché sono più lenti da assorbire e perché sono parecchio oleosi. Però va anche detto che posseggono una maggiore quantità di principi nutritivi.

 

  • La tipologia di pelle è importante? Assolutamente sì. Come ti abbiamo consigliato poco più sopra, ti conviene sempre selezionare la crema antirughe migliore in base al tuo tipo di cute. Questa è una regola che vale per tutte le tipologie di pelle, da quella grassa a quella secca, passando per la cute mista.

 

  • Le creme contro le rughe combattono anche le macchie cutanee? Dipende dai casi, perché in effetti esistono dei prodotti che si rivelano molto efficaci anche contro le macchie del viso. Inoltre corrispondono spesso alle migliori creme per i 50 e per i 60 anni. Ciò che conta è che i trattamenti di questo tipo siano ricchi di elementi anti-ossidanti.

 

  • Perché bisogna fare attenzione al contorno-occhi e labbra? Perché certe creme possono rivelarsi molto aggressive con la cute di queste particolari zone, dato che sono decisamente delicate. Per il contorno-occhi è preferibile optare per prodotti contenenti vaso-protettori come l’esperidina e l’acido ialuronico. Anche la lattoferrina viene consigliata, perché è ottima contro le occhiaie.

 

  • Gli struccanti anti-age servono a qualcosa? Servono a struccare, e questo è ovvio, ma ciò che ti interesserà sapere è se possono essere utili contro le rughe. La risposta è sì, ma solo se si ha una cute particolarmente secca, visto che sono prodotti spesso cremosi e grassi. Una soluzione di ripiego, in realtà la migliore di tutte, è l’acqua micellare: uno struccante a base di micelle termali che sa anche come trattare qualsiasi tipo di pelle, con grandissima delicatezza.

 

  • Devo leggere l’etichetta prima di comprare una crema? Assolutamente sì, perché in caso contrario non potrai mai sapere quali sono le sostanze e i principi attivi che si trovano in quel prodotto. Inoltre, le etichette servono anche per indicarti il tipo di pelle che si presta al loro utilizzo, dunque sono doppiamente importanti. Elementi come l’acido ialuronico non dovrebbero mai mancare. Se la crema è da giorno, poi, assicurati che sia sempre presente un buon filtro anti-UVA e UVB.

 

  • I prodotti che costano di più sono migliori? È possibile, ma non è detto che sia così. Innanzitutto perché vale sempre la regola della compatibilità con un certo tipo di cute, e poi perché c’è anche il fattore età da tenere a mente. In realtà l’unica cosa che conta è la formulazione del prodotto, perché spesso il prezzo più alto è dovuto al marchio e alle sue spese in promozione.

Quando e perché cambiare la crema antirughe?

Abbiamo deciso di chiudere dedicando una sezione apposita ad una delle domande in assoluto più scottanti: la crema dev’essere cambiata, o puoi usare sempre la medesima?

Tutto dipende dai segnali che ti invia la tua pelle: ad esempio, se noti che inizia a causare pizzicori o irritazioni, vuol dire che l’età ha modificato la struttura della tua pelle, la quale richiede ora un prodotto più delicato. Inoltre, la crema va cambiata anche in relazione all’età, e questo te lo abbiamo spiegato più volte in questo articolo.

Quindi dobbiamo per forza di cose sfatare un mito spesso correlato alle creme che – dopo anni – smettono di funzionare: no, la pelle non può “assuefarsi” ad una certa crema.